IL RACCONTO DEI RACCONTI (TALE OF TALES) di Matteo Garrone – Trailer italiano ufficiale

by Simone on aprile 17, 2015

Guarda il trailer italiano de IL RACCONTO DEI RACCONTI – TALE OF TALES, il nuovo film di Matteo Garrone. Dal 14 maggio al cinema. I re e le regine, i principi e le principesse, i boschi e…

No tags for this post.

{ 19 comments… read them below or add one }

Carlo Pisani aprile 16, 2015 alle 1:03 pm

Sembra proprio un bel film!

Claudio Colonna aprile 16, 2015 alle 1:51 pm

Da brivido! 👏👏👏👏

cip mac aprile 16, 2015 alle 2:02 pm

Un bel film fantastico con radici e produzione italiane, non vediamo l’ora!

Ricky Ciak aprile 16, 2015 alle 2:26 pm

Wow che figata!

Dave Caulfield aprile 16, 2015 alle 2:28 pm

Mi sono commosso a guardare un trailer, sembra davvero una bomba.

Monica Gesualdo aprile 16, 2015 alle 2:37 pm
Fabio Serpa aprile 16, 2015 alle 2:43 pm

E’ italiano?!?! Sogno o son desto?

Alessio Arena aprile 16, 2015 alle 2:55 pm

Veramente l’opera di Basile è intitolata “Lo cunto de li cunti”.

David Puhl aprile 16, 2015 alle 2:57 pm

Pastrocchi fiabeschi già visti in tantissimi altri film. Può averlo fatto
chiunque. La mano italiana dov’è?

Claudio Mastroianni aprile 16, 2015 alle 2:58 pm

Chiamarlo “Lo cunto de li cunti”, immagino, sarebbe stato troppo offensivo
per la cultura non italiana.

Perché non dargli come titolo la traduzione italiana della traduzione
inglese, così nessuno capisce il riferimento iniziale e possiamo svalutare
completamente una opera del 1600? Dai sì!

giacomo bencistà aprile 16, 2015 alle 3:29 pm

*TALE OF TALES*
Matteo Garrone, 2015
Salma Hayek, Vincent Cassel, Toby Jones
http://en.wikipedia.org/wiki/Pentamerone «The *Pentamerone* (Neapolitan: *Lo
cunto de li cunti overo lo trattenemiento de peccerille*, “The Tale of
Tales, or Entertainment for Little Ones”) is a seventeenth-century fairy
tale collection by Italian poet and courtier Giambattista Basile…»

EROSSOLO aprile 16, 2015 alle 3:47 pm

adesso vomito. ahahahahah! ma dai. vorrebbe raccolgiere quello che non può
permettersi di coltivare? dio che ridere- Del Toro dei poveri?

peppedijons aprile 16, 2015 alle 3:57 pm

non amo questo tipo di film,ma voglio vederlo, se non altro per ripagare il
coraggio di voler realizzare un film del genere in italia!

The Frahorus aprile 16, 2015 alle 5:30 pm

No, ma alcune scene sono state girate nel mitico Castello di Donnafugata,
vicino casa mia! Ma non ci credo! ^_^

The Frahorus aprile 16, 2015 alle 5:31 pm

Un bel film #fantasy con alcune scene girate in Sicilia, esattamente nel
Castello di Donnafugata (dove hanno anche girato alcune scene del
Commissario Montalbano) non ci credo! ^_^ 

coliter aprile 16, 2015 alle 5:45 pm

Bruttissime sensazioni… spero di sbagliarmi perchè Garrone è davvero un
signor regista!

Delmak Produzioni aprile 16, 2015 alle 7:01 pm

Lo cunto de li cunti é un’opera famosissima all’estero, che ha ispirato i
fratelli Grimm e non solo. Solo in Italia rimase e rimane tutt’ora
sconosciuta poiché nessuno ebbe la briga di tradurla. Per quanto riguarda
il film, spero in Garrone: secondo me é un cineasta superiore al pur
bravissimo Sorrentino.

ye ye aprile 16, 2015 alle 10:21 pm

Fanculo Martin, fanculo GoT, fanculo la Disney con i suoi 2000 remake del
cazzo, fanculo le versioni horror squallide delle favole che sono uscite in
questi anni.
Questo è un film da VEDERE. Italians do it better, bitches.

Alfio Minutola aprile 17, 2015 alle 1:04 am

Leggo solo delle ipocrisie nude e crude, io ho avuto il piacere di lavorare
sul set per un giorno, ho fatto la comparsae vi posso assicurare che è un
esperienza unica, non so bene ancora il film ,ma le scene, ( quelle poche
che ho visto nella mia parte che interpretavo), erano molto belle e
suggestive, quindi smettetela di criticare prima di vedere il film, ah ..
dimenticavo , il regista persona fantastica e disponibile, ho dovuto
ripetere molte volte la stessa scena ma era giusto, il set dove ero io era
girato a Ragusa castello di donna fugata, mese di Maggio, caldo bestiale,
piedi scalzi 😉 aneddoto che se ho tempo vi spiego poi il perchè, io
faccio parte di un giullare di corte, selezionato tra centina di aspiranti.

Credo che nella mia vita un esperienza simile non si ripeterà mai più
,forse.. chissà…
intanto buon film a tutt* ho avbuto il piacere anche di stringere la mano
all’attrice Alba Rohrwacher, con Massimo ceccherini ci siamo fatti 4 risate
addirittura voeva invitarmi a cena, ma poi io dovevo andare via, perche non
avevo mezzi per tornare acatania senno i miei amici colleghi di scena,
peccato.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: